Trattamento pavimenti in cotto: informazioni utili

Trattamento pavimenti in cotto

L’applicazione della prima mano di PRIMER K (+IPC) va fatta a pavimento umido. Quando vi è necessità di utilizzare il PRIMER K con l’aggiunta delle paste colorate, applicare una prima mano di PRIMER K neutro (+ IPC).

Questo per evitare che il rapido assorbimento da parte del cotto metta in evidenza le righe di stendibilita. Quando si usa il PRIMER K colorato a conveniente applicare più mani “tirate” piuttosto che una mano abbondante.

Quando si prepara il PRIMER K COLORATO agitare bene il flacone della pasta colorata e mescolare bene con il PRIMER K. Usare concentrazioni di pasta non superiori al 5%.

Accorgimenti di lavoro

Cotti molto compatti a poro chiuso, esterni posati su terreni umidi che sono stati pretrattati con IDROFOB C non possono essere successivamente trattati con PRIMER K. Questo perchè l’ IDROFOB C idrofobizza completamente i pori e non consente l’ ancoraggio successivo del PRIMER K. In questo caso dopo l’ IDROFOB C(+ CPI) si può applicare una mano di OLEO-IDRO 1 per avere l’effetto antimacchia ed eventualmente, si può applicare il REPELL C (effetto naturale), REPELL TON (effetto tonificato) o COTTOLIQ (effetto ceroso).

Si sconsiglia l’applicazione di IDROFOB C (+CPI) su cotti che spurgano umidità, perchè i pori chiusi dall’umidità impediscono l’ impregnazione dell’IDROFOB C. In alternativa si può usare L’IDROSTOP FLUIDO SPECIAL (a base di solventi idrosolubili) che riesce a penetrare meglio nel cotto umido. Meglio ancora L’IDROPEL (base acqua).

Trattamento idrorepellente

Quando si usa il REPELL C o REPELL TON areare bene il locale e stendere il prodotto lentamente mediante spandicera evitando il più possibile la formazione di schiuma e ripassando più volte per una migliore stesura del prodotto. II sistema migliore per stendere questi prodotti e con vaporizzatore con uggello a ventaglio, seguito da lucidatura immediatamente dopo l’ asciugatura.

Vedi anche  Trattare cotto: interventi protettivi

PRIMER K può mostrare problemi di adesione anche sui cotti rustici a poro aperto posati all’ esterno trattati con IDROFOB C. Nel caso che all’esterno si voglia utilizzare PRIMER K su cotti a poro aperto,effettuare il trattamentopreventivo antirisalita con IDROPEL. II PRIMER K va applicato entro 2-3 ore dalla stesura dell’IDROPEL, appena l’IDROPEL si è asciugato.
Attenzione a far assorbire bene IDROPEL evitando eccessi.

Per cotti poco assorbenti come i cotti a poro aperto diluire IDROPEL in ragione di 1 litro per 16 litri d’ acqua.
Applicare sempre una sola mano.
Per i cotti a poro chiuso all’esterno si consiglia sempre di effettuare trattamenti in base solvente.

Contattaci gratuitamente

I nostri articoli
Trattamento pavimenti in cotto: informazioni utili
Titolo articolo
Trattamento pavimenti in cotto: informazioni utili
Di cosa parliamo
Sai come intervenire con un trattamento per pavimenti in cotto? Scopri tutto ciò che serve sapere prima di ricorrere al fai da te.
Autore
Azienda
Trattamenti.biz
Logo azienda

 

 
 
CHIAMA SUBITO 0694801968
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

0694801968