Pavimento vinilico: cos’è?

Pavimento vinilico: cos’è?

Il cloruro di polivinile, conosciuto come polivinilcloruro o PVC, è una delle materie plastiche più utilizzate al mondo. Si tratta di un materiale che viene ricavato dall’etilene, attraverso la sottrazione di un atomo di idrogeno. Tra i suoi innumerevoli impieghi troviamo anche le pavimentazioni. Per lungo tempo utilizzato in ambienti pubblici come ospedali, palestre e scuole, il pavimento vinilico viene spesso associato ai lunghi rotoli di plastica asettica nera da incollare direttamente sui pavimenti.

I vantaggi del pavimento vinilico

Facilità di pulizia, funzione antiscivolo e praticità lo hanno sempre reso la pavimentazione ideale in quei luoghi a grande affluenza di pubblico, dove funzionalità e igiene rivestono un’importanza fondamentale. Oggi nuove soluzioni consentono di aggiungere a queste caratteristiche il design, rendendo così i pavimenti vinilici perfetti anche per un impiego in abitazioni private.

Ai lunghi rotoli di materiale impiegato per la realizzazione del pavimento vinilico adesivo si sono aggiunte nuove soluzioni di pavimenti vinilici che uniscono alla praticità e funzionalità, anche un look elegante.

Caratteristiche dei pavimenti vinilici

Arricchiti da eleganti particolari grafici, infatti, i pavimenti vinilici sono oggi in grado di riprodurre fedelmente ogni tipologia di materiale. Il pavimento vinilico può imitare il legno, con tutte le eleganti venature di pino e rovere, oppure riprodurre fedelmente un rivestimento in marmo o in pietra, per arrivare fino alle soluzioni più moderne e contemporanee che prevedono l’impiego di mattonelle viniliche unicolor o fantasia.

Le piastrelle viniliche sono composte da tre diversi strati, che donano al pavimento vinilico una notevole resistenza, eleganza e durata nel tempo. A partire dal basso troviamo:

  • Strato in PVC
  • Strato decorativo
  • Strato trasparente

Posa pavimento vinile con il fai da te

Rinnovare una stanza con una pavimentazione vinilica non è affatto complicato e può benissimo essere fatto da un principiante. Per iniziare occorrerà prendere le misure della stanza da pavimentare e togliere dalla stanza tutti i mobili e gli oggetti ingombranti.

In caso di posa del pavimento vinilico in bagno non occorrerà togliere i sanitari, in quanto potrai semplicemente modellare le piastrelle intorno alla base. Se il pavimento è coperto dalla moquette toglila e rendi la superficie perfettamente liscia.

Realizzare un modello in carta della pavimentazione ti aiuterà a tagliare in maniera assolutamente precisa il vinile. Prepara il sottofondo applicando sul pavimento delle lastre di compensato specifico per la posa del pavimento. Lasciare in posa per 2/3 giorni per dare modo al legno di adattarsi perfettamente alla nuova superficie, allargandosi o contraendosi.

Questo impedirà al pavimento vinilico adesivo di sollevarsi o deformarsi dopo la posa. Trascorsi 2/3 giorni stendi sul sottofondo un materiale composito di rifinitura, per creare una superficie perfettamente liscia. A questo punto puoi procedere con la posa del pavimento in vinile.

Contattaci gratuitamente

I nostri articoli
Pavimento vinilico: cos'è e come trattarlo in modo efficace?
Titolo articolo
Pavimento vinilico: cos'è e come trattarlo in modo efficace?
Autore
Azienda
Trattamenti.biz
Logo azienda
Chiudi il menu
 
 
CHIAMA SUBITO 0694506859
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

0694506859